Rimedio online?
Condividi
Iscriviti

Deodoranti, antitraspiranti, omeopatia

sudoreTra i prodotti utilizzati per il “problema sudore e cattivo odore“distinguiamo due categorie che hanno un’azione del tutto diversa: deodoranti propriamente detti  e antitraspiranti. Il sudore svolge una funzione eliminatoria  indispensabile alla salute, oggi fondamentale per la gran quantità e varietà di inquinanti, che si sommano alle tossine interne, da sempre tenute in grande considerazione dalla Medicina Omeopatica. Anche chi segue uno stile di vita abbastanza sano, considera i prodotti cosmetici come estranei alla salute; rivestono l’esterno del corpo e quindi al peggio, si pensa, danno allergie cutanee. Invece…certi prodotti cosmetici possono nuocere alla salute.

odoreI deodoranti agiscono inibendo la fermentazione odorosa svolta dai batteri presenti sulla pelle, a partire da molecole del sudore, nelle ore successive alla sudata. I deodoranti spesso contengono profumi per mascherare eventuali odori. Dunque essi non agiscono sulle ghiandole sudoripare e non interferiscono con la funzione di sudorazione ma impediscono solo la trasformazione batterica del sudore.
» Continua a leggere questo post →

Cattivo odore di sudore? Omeopatia

sudore naturaleIl sudore è spesso vissuto come inestetismo: che imbarazzo essere umidi, traslucidi e con odore ritenuto sgradevole! Eppure la sudorazione è  naturale e fa bene alla salute, non solo perchè raffresca l’interno del corpo ma anche perchè depura svolgendo una funzione emuntoria spesso sottovalutata. Oggi è dimostrato che attraverso il sudore si eliminano oltre a sali di sodio, potassio, magnesio, anche metalli pesanti come arsenico, cadmio e piombo, e petrolderivati cancerogeni come ftalati e bisfenolo.


» Continua a leggere questo post →

Berberis Vulgaris

berberis vulgarisl rimedio Berberis Vulgaris ha la sua matrice materiale nel mondo vegetale nell’omonima pianta, la Berberis vulgaris (nota anche come crespino), un arbusto spinoso molto diffuso in Europa, Asia e America settentrionale; in Italia cresce allo stato spontaneo nelle zone alpine e prealpine. Appartiene alla famiglia delle Berberidaceae, il cui nome deriva da berberi (conchiglia) che esprime la conformazione a conca dei petali.

Si sviluppa per un’altezza fino a 3 m. I rami, fortemente scanalati, inizialmente di color giallastro, diventano grigi al secondo anno.

Le foglie, di color verde opaco, nascono verso metà marzo e crescono alterne sui rami lunghi e in gruppi sui rami corti; sono larghe, obovate, con dentellature sottili  e picciolo corto. Alla base del gruppi di foglie ci sono tre spine molto appuntite.
» Continua a leggere questo post →

Baptisia Tinctoria

btIl rimedio omeopatico Baptisia Tinctoria ha la matrice materiale nel mondo vegetale nell’omonima pianta apparentente alla famiglia delle leguminose e originaria dell’America Settentrionale orientale. Il nome Baptisia Tinctoria rivela che in passato fu utilizzata come colorante (“Baptisia” deriva da una parola greca che significa «io bagno, immergo»).

La pianta, ebacea perenne, cresce in boschi umidi o in campi aperti, predilige regioni collinari. In alcuni Stati americani è protetta: nel Kentucky è in pericolo e nel Maine è considerata in via di estinzione.
» Continua a leggere questo post →

Phytolacca Decandra

Phytolacca decandraIl rimedio omeopatico Phytolacca Decandra ha matrice materiale nel mondo vegetale, nell’omonima pianta che fu rinvenuta negli umidi terreni di Nord Africa, Cina e America nord-orientale e che oggi cresce allo stato spontaneo anche in Europa. Ha molti nomi locali, che esprimono ciascuno uno specifico interesse umano per questa pianta;  Phytolacca deriva dal greco phyton (pianta) e dall’arabo lakk (colore).

La Phytolacca decandra è una pianta cespugliosa perenne, con uno stelo liscio di color verde/porpora che cresce da 30 a 90 cm e sorregge foglie alternate, ovate e appuntite e racemi di fiori bianco verdastri (che sbocciano da luglio a ottobre).
» Continua a leggere questo post →

Pagina 1 di 49123...10...Ultima »